fbpx
articolo blog nimax spa imballi secondari in cartone
Le migliori soluzioni per la codifica su imballaggi secondari in cartone
16 Novembre 2021
articolo blog prodotti contraffatti
Prodotti contraffatti e interruzione della supply chain
22 Gennaio 2022
articolo blog nimax spa imballi secondari in cartone
Le migliori soluzioni per la codifica su imballaggi secondari in cartone
16 Novembre 2021
articolo blog prodotti contraffatti
Prodotti contraffatti e interruzione della supply chain
22 Gennaio 2022

Stampa diretta su blister

Le migliori soluzioni per la stampa diretta su blister

migliori soluzioni stampa diretta su blister

Blister è un termine che indica diversi tipi di packaging preformati. Questi packaging possono essere composti da plastica PET (polietilentereftalato) o PVC (cloruro di polivinile) con una cavità o tasca termoformata, creata per proteggere i tipi di prodotti più diversi, come ad esempio farmaci, apparecchi elettronici o giocattoli.

I blister possono proteggere i prodotti da numerosi fattori esterni, inclusi umidità, contaminazione, manomissione e, con la corretta composizione plastica, anche la luce UV.

Il costo complessivo di questo tipo di packaging può essere significativamente inferiore rispetto ad altri, dato che i blister eliminano la necessità di imballaggi in cartone aggiuntivi.

Per quanto riguarda la codifica e marcatura, quando si stampa su dei blister è importante che le informazioni applicate siano corrette e che siano conformi a tutte le norme e leggi.

Ma le aziende spesso possono incontrare dei problemi quando si parla di stampa diretta su blister

I problemi più comuni che si affrontano nella stampa diretta su blister
  • Qualità della codifica – Tutte le codifiche applicate sui prodotti devono essere leggibili da macchine (come ad esempio scanner). In questo senso due aspetti fondamentali sono la dimensione della codifica e il substrato su cui viene stampata. Nei blister, il substrato utilizzato di solito è costituito da foil, quindi il sistema di codifica deve essere in grado di stampare ad alta risoluzione e di rispettare gli standard imposti da norme e leggi. Se la codifica non è nitida, pulita e chiara non supererà i controlli qualità, il che porterà a costosi fermi di linea, sprechi di prodotto e ad un maggior consumo di inchiostri.
  • Gestione del prodotto – Per una codifica corretta sulle zone stabilite, i prodotti dovranno essere marcati con un formato prestabilito.
  • Materiali utilizzati per il packaging – L’imballaggio in blister viene utilizzato per una vasta gamma di applicazioni che possono richiedere l’utilizzo di substrati particolari come, ad esempio il foil o il Tyvek®. In base al tipo di materiale utilizzato, i produttori dovranno scegliere un inchiostro in grado di garantire un’adesione veloce al substrato. I prodotti che entrano in contatto con altri materiali non devono presentare tracce di sbavature dopo la stampa, quindi i tempi di asciugatura rapidi sono un aspetto fondamentale.
  • Velocità delle linee di produzione – Nel settore farmaceutico, elettronico e in quello dei giocattoli, il volume di produzione è molto alto. Senza una soluzione affidabile, le aziende avranno grandi difficoltà a garantire accuratezza, efficienza, qualità dei prodotti e ad evitare fermi di linea. Inoltre, quando sulla linea di produzione sono presenti prodotti diversi, che avranno quindi necessità di codifica diverse, le soluzioni di marcatura manuali possono portare via molto tempo.
Quali sono le soluzioni per la stampa diretta su blister?

Dipende dalla complessità della codifica che deve essere stampa sul blister, così come dal substrato utilizzato. Esiste un’ampia gamma di tecnologie disponibili per le aziende.

Marcatori laser, thermal inkjet e TTO sono soluzioni flessibili ed efficienti per la stampa diretta su blister, che ottimizzano i tempi di produzione, mantengono un’alta qualità e aiutano le aziende a rispettare norme e leggi, riuscendo a marcare anche i substrati più difficili.

Le soluzioni più adatte alle diverse necessità dipendono da diversi fattori: il tipo di substrato da marcare, il tipo di prodotto e le informazioni che devono essere contenute all’interno della codifica.

Senza queste informazioni è impossibile capire quali sono le tecnologie più adatte alle vostre esigenze.

Le soluzioni nimax per la stampa diretta su blister
Marcatori Laser Domino Serie D

La gamma di marcatori laser Domino Serie D può marcare diverse linee di testo offrendo una codifica flessibile, veloce e di alta qualità su un’ampia gamma di materiali. I laser Serie D realizzano codici 2D Datamatrix leggibili sia dalle macchine che da un occhio umano, così come altre soluzioni conformi alle normative sulla serializzazione di prodotti farmaceutici >e sulla tracciabilità dei prodotti.

esempio codifica laser prodotti farmaceutici

I laser non hanno bisogno di inchiostri o solventi, riducendo gli sprechi e i tempi di asciugatura, il loro grado di protezione IP65, inoltre, li rende adatti all’utilizzo in ambienti produttivi difficili.

Domino Serie D può essere controllata anche a distanza, e la testa di scansione i-Tech è una delle più veloci presenti sul mercato, progettata per essere affidabile, compatta e regolabile.

Marcatori Thermal Inkjet Domino Serie Gx

La gamma di marcatori a getto termico di inchiostro Domino Serie Gx è versatile, facile da integrare e da utilizzare, e può realizzare una stampa su blister ad alta qualità: fino a 600dpi di risoluzione.

I marcatori Gx sono l’ideale non solo per la stampa di codici lotto e scadenza, ma anche per codifiche con formati complessi e producono una codifica di Grado A (ISO 15425) grazie agli inchiostri Domino. Sono del tutto conformi alle normative sui prodotti farmaceutici, rispettano gli standard G1 e 21 CRR Part 11.

esempio stampa diretta con marcatore thermal inkjet su blister

I codici, logo e grafiche prodotte dalla Serie Gx sono resistenti e possono essere stampate su componenti elettronici, metallo, alluminio e su circuiti stampati. I tempi di asciugatura rapidi e l’ottima adesione garantiscono ottime prestazioni anche su linee di produzione veloci.

Per quanto riguarda la manutenzione, la Serie Gx richiede solo il cambio delle cartucce.

Marcatori a Trasferimento Termico Domino Serie V

Utilizzare i marcatori TTO Domino Serie V per la stampa diretta su blister, significa godere dei vantaggi di una stampa di grafiche e dati variabili che permettono al packaging di fornire informazioni corrette ai consumatori e di distinguersi allo stesso tempo dai prodotti della concorrenza.

Il marcatore a trasferimento termico Domino V320i contiene il ribbon più lungo presente sul mercato: questo significa una minor necessità di sostituzione di ribbon e una maggior efficienza produttiva e minor fermi di linea.

marcatori tto codifica e marcatura blister per prodotti farmaceutici

Domino Serie V garantisce un basso Total cost of ownership, e le sue dimensioni ridotte mantengono i costi di installazione estremamente bassi.

Affidatevi agli esperti

Con più di 50 anni di esperienza, nimax è in grado di fornirvi le migliori soluzioni per la stampa diretta su blister, inoltre grazie al nostro test lab, potrete avere la possibilità di fare dei test di marcatura su dei campioni, avendo così la certezza di ottenere esattamente il tipo di codifica di cui avete bisogno.

Per qualsiasi domanda, mettetevi in contatto con i nostri esperti o richiedete una consulenza gratuita senza impegno.

consulenza gratuita codifica e marcatura