Etichettatura ambientale

rispetto etichettatura ambientale degli imballaggi sostenibilità nimax

Il 1° gennaio 2023, per ottimizzare la sostenibilità e il riciclo degli imballi, è entrato in vigore il D.Lgs 3 settembre 2020 n. 116, la cosiddetta “Etichettatura ambientale degli imballaggi”. Su tutti gli imballaggi dei prodotti, va riportata una codifica o un’etichetta che riporti in modo semplice e immediato la composizione dell’imballaggio e la corretta modalità di smaltimento.

Nimax, da sempre molto attenta al tema della sostenibilità ambientale, utilizzerà dove e quando possibile, la stampa e l’applicazione delle etichette ambientali sui vari tipi di imballaggi utilizzati per i suoi prodotti.

Se le caratteristiche di un determinato imballo non dovessero permette questa soluzione grafica, è possibile fare riferimento alla Tabella che trovate sotto.

Per tutte le altre informazioni o dubbi sull’etichettatura ambientale, potete mettervi in contatto con nimax.

Tipo di imballo Codifica materiale e tipologia
Imballo esterno (scatola) Cartone ondulato
Imballo interno (inter-falda) Cartone ondulato
Imballo interno (scatola astuccio) Cartone teso
Angolare in cartone Cartone pressato
Bancale/Cassa (imballo in legno) Legno
Listello (imballo in legno) Legno
Accoppiato barriera Polietilene
Imballo interno (polistirolo) Polistirolo
Imballo interno (pluriball) Polietilene espanso
Imballo interno (sacco di plastica) Polietilene bassa densità
Film estensibile (cellophan) Polietilene bassa densità
Imballo interno (gomma piuma/foam) Polietilene bassa densità