fbpx
articolo md professionale
Metal detector professionale: considerazioni per la produzione
25 Novembre 2021
articolo rilevazione contaminanti
Strumenti efficaci per la rilevazione di contaminanti fisici
16 Dicembre 2021
articolo md professionale
Metal detector professionale: considerazioni per la produzione
25 Novembre 2021
articolo rilevazione contaminanti
Strumenti efficaci per la rilevazione di contaminanti fisici
16 Dicembre 2021

Consigli e tecnologie per il controllo qualità alimentare

Le migliori soluzioni per il controllo qualità alimentare

tecnologie controllo qualità alimentare

Le procedure legate al controllo qualità alimentare sono fondamentali per garantire la massima sicurezza dei prodotti e proteggere la salute dei consumatori.

Non solo: assicurarsi che gli alimenti commercializzati rispettino tutti gli standard imposti dal mercato permette di evitare ritiri di interi lotti di produzione, salvaguardando l’immagine aziendale. Scoprite i nostri consigli e le tecnologie più adatte nell’articolo di oggi!

Controllo qualità alimentare – consigli

Il primo consiglio che vogliamo darvi riguarda proprio la sicurezza alimentare. Sebbene oggi siano molti gli strumenti a disposizione delle aziende per garantire controlli qualità efficienti ed efficaci, la contaminazione degli alimenti rimane un rischio concreto dovuto nella maggior parte dei casi a errori, ispezioni svolte in maniera scorretta o macchinari obsoleti.

È importante quindi applicare le normative vigenti in materia di sicurezza alimentare come l’HACCP, che ha l’obiettivo di eliminare il pericolo attraverso un’analisi che individua i punti critici di controllo.

Con l’aiuto di statistiche, benchmark e linee guida, è possibile identificare e mappare le fasi più soggette a potenziale contaminazione durante la lavorazione, in particolare:

  • la raccolta
  • la manipolazione
  • l’imballaggio

Avere piena visibilità dei processi e conoscere i possibili fattori di pericolo permette di avere sotto controllo l’intero processo e ridurre le probabilità di errore.

Il secondo consiglio riguarda proprio l’introduzione dei sistemi di ispezione integrati in linea.

Intervenendo solo su una parte dei prodotti e non sull’intera linea produttiva, i controlli a campione oggi non sono più sufficienti a garantire la sicurezza alimentare. E non possono nemmeno essere considerati processi efficienti: se viene rilevato un contaminante all’interno di un alimento, l’intera produzione deve subire un fermo, con conseguenti ritardi nelle consegne e incrementi dei costi.

standard sistemi di ispezione e controllo qualità alimentare

Se il prodotto contaminato viene rilevato al termine del processo, l’azienda deve procedere con il ritiro dell’intero lotto di produzione. In questo caso, oltre all’enorme spreco di risorse, anche l’immagine aziendale subisce un contraccolpo.

È quindi indispensabile orientarsi verso soluzioni che assicurino la verifica della totalità della produzione, come i sistemi integrati di ispezione e controllo.

Ecco le funzionalità principali:

  • garantiscono una maggiore sicurezza per la salute delle persone;
  • evitano i fermi di linea espellendo in modo automatico i prodotti non conformi;
  • prevengono i richiami di interi lotti a favore della brand protection.

Prima di parlare delle tecnologie specifiche per il controllo qualità alimentare, vogliamo darvi l’ultimo consiglio sulla scelta delle macchine.

Per quanto le caratteristiche del prodotto facciano la differenza, non sono l’unico aspetto da considerare e il prezzo d’acquisto non dovrebbe essere la discriminante principale.

Per avere un ritorno sull’investimento concreto, è necessario considerare anche l’efficienza e le performance dei macchinari nel lungo periodo.

Un’analisi dettagliata dei costi è fondamentale prima di procedere all’acquisto.

Il total cost of ownership è un approccio che aiuta proprio a identificare le variabili che impattano sull’efficienza delle apparecchiature, includendo costi diretti e indiretti e andando oltre al prezzo di acquisto. Ne abbiamo parlato in modo dettagliato in questo articolo.

Ora possiamo passare alle tecnologie a disposizione delle aziende alimentari per migliorare le procedure di controllo qualità.

Controllo qualità alimentare – tecnologie

Le soluzioni più innovative per l’ispezione e il controllo qualità permettono di eseguire verifiche non solo su campioni di prodotti, ma nelle diverse fasi della linea di produzione. Ecco alcuni esempi.

Metal detector professionali

1 guida metal detector industriale selezionatrice ponderale

Questi strumenti rilevano la presenza di particelle metalliche nei prodotti confezionati, espellendo il prodotto non conforme in maniera automatica.

Oltre a evitare fermi di linea che rallenterebbero la produzione, l’espulsione automatica riduce gli sprechi, scartando quantità minime di prodotto. Un aspetto interessante anche in ottica di una maggiore sostenibilità del processo produttivo.

Un esempio di soluzione integrata con espulsore automatico è il metal detector Loma IQ4:

Raggi x

vantaggi ispezione a raggi x nimax per prodotti alimentari

A differenza dei metal detector, e pur operando a bassa potenza, i sistemi a raggi x sono in grado di individuare materiali diversi da quelli metallici, tra cui ceramica, vetro, ossa e plastica.

In questo video, è possibile vedere il funzionamento di Loma X5 Pipeline, il sistema a raggi x ideale per la ricerca di contaminanti nei prodotti alimentari pompati in tubazione:

È importante ricordare che esistono macchine specifiche per diverse tipologie di alimenti, progettate per individuare i contaminanti in prodotti con caratteristiche e consistenze differenti (carne macinata, pasta e derivati, prodotti caseari, insaccati…).

Selezionatrici ponderali

funzioni verifica peso selezionatrici ponderali

Le selezionatrici ponderali servono a verificare il peso del prodotto esaminato.

Se viene rilevato un peso anomalo rispetto a quello previsto i motivi possono essere diversi, tra i quali:

  • presenza di materiale estraneo;
  • confezioni incomplete;
  • presenza di prodotto in eccesso.

Si tratta di situazioni da correggere per garantire la conformità dei prodotti alle normative e agli standard internazionali vigenti per l’industria alimentare, quali BRC, IFS, Retail, OIML R51 e MID.

Applicando un metodo di pesatura chiamato peso reale, le selezionatrici ponderali risolvono le criticità che derivano dalle misurazioni tradizionali.

In questo video, potete vedere la selezionatrice ponderale Loma CW3 RUN-WET®, capace di resistere alle alte temperature e ai regimi di pulizia più estremi, grazie al suo grado di protezione IP69:

Esistono anche sistemi combinati, che uniscono la capacità di rilevazione dei metalli dei sistemi metal detector alla verifica del peso delle selezionatrici ponderali. Un esempio è il sistema combinato Loma CW3 – IQ4, la soluzione ideale per ispezionare i prodotti alimentari, dai pasti pronti ai cibi preconfezionati.


La scelta delle soluzioni più adatte alla lavorazione alimentare deve essere preceduta da una valutazione del tipo di attività, delle esigenze interne e degli spazi a disposizione.

Se avete bisogno di consigli da parte degli esperti nimax per scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze, vi offriamo la possibilità di prenotare una demo gratuita e personalizzata!