fbpx
articolo blog nimax codifica packaging per carni
La miglior soluzione per la codifica e marcatura di packaging per carni
Ottobre 20, 2021
articolo blog nimax etichettatura prodotti alimentari
Etichettatura di prodotti alimentari: la scelta di Nordic Sugar
Novembre 22, 2021

Guida ai codici Datamatrix e codici QR

Cosa sono i codici Datamatrix e i codici QR? Qual è la differenza e qual è il miglior sistema per la stampa di questi codici? Leggete la nostra guida per scoprirlo

differenza codici qr codici datamatrix guida per sapere cosa sono codici 2d

I codici QR e Datamatrix sono entrambi dei codici a barre 2D, o “codici 2D”, ed entrambi vengono utilizzati sempre più spesso dalle aziende, ma per motivi molto diversi.

Dall’applicazione su imballaggi per comunicare un messaggio fino al fornire opzioni per la tracciabilità dei prodotti e per prevenirne la contraffazione, i codici 2D offrono grandi opportunità alle aziende di tutti i settori industriali.

Ma qual è il codice 2D migliore per la vostra azienda?

In questo articolo esamineremo le differenze fondamentali tra i codici Datamatrix e i codici QR, in questo modo potrete decidere qual è il codice 2D più adatto alle vostre necessità

Ma prima di vedere qual è il modo migliore per utilizzare questi codici, vediamo quali sono le differenze tra i codici QR e i Datamatrix
esempio stampa - codifica codici datamatrix codice 2d
Cos’è un codice Datamatrix?

Un Datamatrix è un codice 2D che codifica i dati in celle bianche e nere disposte all’interno di una griglia. A differenza dei codici a barre 1D, i codici Datamatrix sono omnidirezionali, il che significa che possono essere letti da ogni angolo.

Questi codici sono stati inventati nel 1991 dall’azienda statunitense International Data Matrix.

Il numero di righe e colonne contenuti all’interno del Datamatrix aumenta con l’accumulo di informazioni contenuto all’interno del codice, il numero massimo di caratteri alfanumerici possibili da inserire è di 2.335.

Che aspetto ha un codice Datamatrix?

I codici Datamatrix di solito hanno una forma quadrata o rettangolare, e sono costituiti da più puntini, o “celle”, bianchi e neri disposti in una griglia o “matrix”.

Anche se di solito vengono stampati in bianco nero, i codici Datamatrix possono essere stampati anche in diverse combinazioni di colori, se c’è abbastanza contrasto tra le celle per assicurarne la leggibilità.

I Datamatrix hanno due figure a forma di L su un lato del codice: è il cosiddetto “finder pattern” che aiuta gli scanner a localizzare il codice.

dettagli codice datamatrix codici 2d
Come si scannerizza un codice Datamatrix?

I codici Datamatrix possono essere scannerizzati da qualunque angolo (0-360°) utilizzando uno scanner Datamatrix o uno scanner omnidirezionale. Alcuni smartphone sono fisicamente capaci di scannerizzare codici Datamatrix, tuttavia per altri smartphone potrebbe essere necessario scaricare un’app dedicata per poterli scannerizzare.

esempio codice qr codifica applicazione packaging farmaceutico
Cos’è un codice QR?

Un codice QR (che sta per Quick Response) è a sua volta un codice 2D che codifica dati in celle bianche e nere disposte su una griglia. Come altri codici 2D anche i QR sono omnidirezionali, quindi leggibili da qualunque angolo.

Il codice QR è stato inventato nel 1994 dall’azienda giapponese Denso Corporation.

Un codice QR può conservare fino a 4.926 caratteri alfanumerici, in base al numero di celle e colonne contenute all’interno del codice.

Che aspetto ha un codice QR?

Un codice QR consiste in un insieme di quadrati scuri o colorati disposti in una griglia su uno sfondo che fa da contrasto.

Anche se spesso vengono stampati in bianco e nero, i codici QR possono avere diversi colori, l’importante è che ci sia abbastanza contrasto tra le celle.

Per aiutare gli scanner ad identificarli, i codici QR includono un “finder pattern” di tre quadrati identici che si trovano negli angoli in alto a destra, in altro a sinistra e in basso a destra.

dettagli codice qr codici 2d
Come si scannerizza un codice QR?

Come i Datamatrix, anche i codici QR possono essere scannerizzati da qualunque angolo utilizzando uno scanner. I codici QR possono essere scannerizzati anche con uno smartphone, e negli ultimi diversi produttori di smartphone hanno incluso la funzionalità dei codici QR nelle funzionalità delle loro telecamere. Questo dà ai codici QR un leggero vantaggio rispetto ai Datamatrix, dato che possono essere scannerizzati direttamente da uno smartphone, senza bisogno di app particolari.

Qual è la differenza tra codici Datamatrix e QR?

I codici Datamatrix e QR sono entrambi codici a barre 2D, e possono contenere tutte le stesse informazioni, inclusi i tradizionali codici a barre 1D. GS1, ha sviluppato standard globali per i diversi tipi di codici a barre, inclusi i Datamatrix e QR. Questo significa che i codici Datamatrix e QR possono contenere tutte le chiavi GS1, incluso GTIN (Glolbal Trade Item Number), un numero univoco e riconosciuto internazionalmente utilizzato per identificare i prodotti.

scansione codice qr con smartphone

Entrambi i codici possono essere usati per contenere dati come: date di scadenza, numeri seriali, codici lotto e possono contenere URL che indirizzano i consumatori verso siti web nei quelli è possibile trovare informazioni utili come quelle sugli allergeni, ricette o istruzioni d’uso.

Inoltre entrambi i codici hanno la possibilità di correggere eventuali errori: questo significa che, a differenza dei codici a barre standard 1D, i dati posso essere letti anche se la codifica è stata parzialmente rimossa o danneggiata. Questa correzione d’errore è resa possibile dall’algoritmo Reed-Solomon, un metodo matematico di correzione dell’errore che aggiunge dei backup di dati all’interno della codifica.

Tuttavia, ci sono delle piccole differenze tra i due codici che li rendono adatti a tipi di applicazioni diverse.

I codici Datamatrix sono più piccoli rispetto ai codici QR, quindi offrono un’alta densità di dati in poco spazio, rendendoli la soluzione ideale per marcare singole parti di prodotto in uno spazio ben limitato. I Datamatrix, inoltre, sono gli unici codici 2D approvati da GS1 per i prodotti dell’healthcare. Sono anche i codici più utilizzati per le applicazioni automotive e aereospaziali.

I codici QR, invece, sono più grandi e quindi possono contenere più dati rispetto ai Datamatrix, in più, mentre i Datamatrix possono codificare solo caratteri numeri e alfanumerici, i codici QR, dato che sono stati inventati in Giappone, possono includere anche i caratteri giapponesi Kanji e altri set di caratteri, rendendoli adatti ad essere utilizzati anche per linguaggi non europei.

Sia i codici QR che i codici Datamatrix sono di dominio pubblico, questo significa che non ci sono royalty da pagare per utilizzarli. Le specifiche sui requisiti di stampa sono disponibili sul sito di ISO. Se volete saperne di più su come funzionano i codici e su come crearli qui trovate maggiori dettagli:

  • I requisiti sui codici Datamatrix vengono specificati nello standard internazionale ISO/IEC 16022.
  • I requisiti sui codici QR vengono specificati nello standard internazionale ISO/IEC 18004.
Codici 2D a confronto
Tipo di codice Codice Datamatrix Codice QR
Capacità massima

Numerica: 3116

Caratteri alfanumerici: 2335

Byte: 1556

Numerica: 7089

Caratteri alfanumerici: 4296

Byte: 2953

Grandezza

Celle minime 10×10

Celle massime 144×144

Celle minime 21×21

Celle massime 177×177

Correzione d’errore

Algoritmo di correzione d’errore Reed-Solomon

Capacità di correzione d’errore 25-30%

Livello non regolabile

Algoritmo di correzione d’errore Reed-Solomon

La correzione d’errore per i codici QR può essere regolata e aumentata. I livelli di correzione d’errore sono quattro, per ciascun livello è richiesto una grandezza di dati maggiore, quindi sarà necessario un maggior backup di dati, il che farà aumentare la grandezza del codice QR.

• Livello L 7%
• Livello M 15%
• Livello Q 25%
• Livello H 30%

Qual è il codice 2D più adatto alle vostre necessità?

A dispetto delle loro differenze, entrambi i codici possono essere utilizzati per motivi simili: entrambi permettono di codificare più dati rispetto ai codici a barre tradizionali 1D, e possono essere utilizzati per fornire informazioni aggiuntive sulla tracciabilità dei prodotti o per scopi di marketing.

I codici Datamatrix sono utilizzati spesso per migliorare la tracciabilità interna dei prodotti e impedirne la contraffazione, mentre i codici QR sono ormai diventati il formato standard per applicazioni rivolte ai consumatori.

Applicazioni dei codici 2D
Codice Datamatrix Codice QR
  • Tracciabilità della supply chain, incluse singole parti marcate, come ad esempio i componenti elettronici
  • Misure di anticontraffazione attraverso la serializzazione, come ad esempio nel packaging farmaceutico
  • Informazioni aggiuntive sui prodotti
  • Fornire istruzioni e ricette
  • Condivisione sui social
  • Link per effettuare ordini di pezzi di ricambio e registrazione della garanzia
  • Concorsi a premio e promozioni
Stampa di codici 2D

Come per qualunque altro tipo di marcatura, è fondamentale assicurarsi che i codici 2D siano stampati correttamente. Per far questo è fondamentale scegliere il sistema di codifica e marcatura più adatto alle necessità dell’applicazione e un sistema di visione artificiale per effettuare un controllo qualità della codifica.

Nonostante i codici Datamatrix e i codici QR abbiano una maggiore tolleranza degli errori rispetto ai codici tradizionali 1D, è fondamentale assicurarsi che le codifiche siano chiare, pulite e corrette per essere sicuri che possano essere utilizzate correttamente da consumatori, rivenditori e tutte le altre figure coinvolte nella supply chain.

I sistemi di visione artificiale per il controllo qualità della codifica, come Domino Serie R ad esempio, scannerizzano i codici dopo la stampa per accertarsi che la codifica rispetti i criteri di qualità stabiliti e che tutti i dati siano corretti.

Qual è il miglior sistema per la stampa di codici Datamatrix e QR?

Se avete bisogno di stampare dei codici Datamatrix o dei codici QR per i vostri prodotti e volete scoprire qual è il miglior sistema per stamparli, mettetevi in contatto con gli esperti nimax.

Con più di 50 anni di esperienza, nimax è in grado di offrirvi le migliori soluzioni per la codifica e marcatura dei prodotti di tutti i settori industriali, richiedete subito una consulenza gratuita e senza impegno.

CTA Consulenza verticale blog - Codifica e Marcatura